Io donna – 1982

Le liriche di Marisa Giaroli da tempo hanno preso il volo e sono note in Italia e all’estero.

Io donna
Io donna

Nel 1975, durante la settimana della poesia italiana a Parigi, alcune sue liriche sono state tradotte e recitate alla TV francese.
La poesia di Marisa Giaroli, libera da rime e da metrica, non ama costrizioni di tempo, di stagioni, di spazio.
È come un volo di gabbiani che non per nulla è il titolo di una sua precedente raccolta salutata dalla critica come un supremo canto d’amore.
Nella presente raccolta di quaranta liriche, la poetessa, modellando le parole e ritmando il verso, tocca, su una variegata tematica, gli eterni temi del cuore umano. Paura, nostalgia, malinconia, amore, tenerezza, gioia, sdegno, dolore, morte, s’avvicendano, suscitati via via dalle stagioni, da un tramonto, un’incontro…
Si gode nel constatare il suo vincolo con la “terra padana” nella quale affonda le radici, ma si vede con piacere l’occhio della poetessa aperto su tutto il mondo. Alcune sue liriche colpiscono profondamente per la veridicità dei sentimenti, ma soprattutto questa nuova raccolta di poesie ci aiuta a pensare e quindi a vivere.
Wilson Pignagnoli, giornalista

⇐torna alla Bibliografia
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...